Sideris | COUNSELING INDIVIDUALE E DI COPPIA
36
page-template-default,page,page-id-36,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

COUNSELING INDIVIDUALE E DI COPPIA

Il compito del counselor è quello di assistere il cliente nella ricerca del suo vero Sé, e poi aiutarlo a trovar il coraggio di essere quel Sé

Rollo May

Capita di non sapere bene chi si è e che cosa si vuole dalla vita.

Indubbiamente però noi tutti disponiamo di un misterioso filo conduttore che prima o poi finirà per farci scegliere

ciò che per indole è già latente in noi.

Walter Bonatti
Cosa è

Il counseling professionale è un’attività il cui obiettivo è il miglioramento della qualità di vita del cliente, sostenendo i suoi punti di forza e le sue capacità di autodeterminazione.
Il counseling offre uno spazio di ascolto e di riflessione, nel quale esplorare difficoltà relative a processi evolutivi, fasi di transizione e stati di crisi e rinforzare capacità di scelta o di cambiamento.
È un intervento che utilizza varie metodologie mutuate da diversi orientamenti teorici. Si rivolge al singolo, alle famiglie, a gruppi e istituzioni. Il counseling può essere erogato in vari ambiti, quali privato, sociale, scolastico, sanitario, aziendale. (
Definizione dell’attività di counseling approvata dal comitato scientifico di assocounseling – aprile 2011)

Il counseling è un processo che, attraverso il dialogo e l’interazione, aiuta le persone a risolvere e gestire problemi e a prendere decisioni; esso coinvolge un “cliente” e un “counselor”: il primo è un soggetto che sente il bisogno di essere aiutato, il secondo è una persona esperta, imparziale, non legata al cliente, addestrata all’ascolto, al supporto e alla guida. (Definizione dell’attività di counseling approvata dall’oms – 1989)

 

Il metodo che io adotto

Il metodo che io adotto è olistico in quanto considera la persona nella sua totalità di corpo, mente, emozioni e pensieri. Per questo motivo è anche efficace.
Favorisce la consapevolezza corporea ed emozionale, nonché quella cognitiva e decisionale. E’ un metodo che stimola l’emergere di tutte le risorse, interne ed esterne, a disposizione del soggetto.
In particolare, il mio stile di lavoro è il risultato di tutto il mio percorso personale e professionale, che è arricchito da una lunga esperienza come formatrice, supervisore e counselor organizzativo, ma anche dalla mia formazione artistica e culturale.

 

 

A chi è utile: i destinatari

E’ utile alle persone in difficoltà che desiderano un supporto nei momenti di passaggio. A volte obbligati, come l’adolescenza,  altre volte imprevedibili, come un lutto, un divorzio, una malattia, un conflitto in famiglia o sul lavoro.

E’ utile alle persone, che pur non attraversando un momento di crisi, provano insoddisfazione riguardo un ambito particolare della vita.

 

Il counselor offre alla persona in difficoltà la possibilità di compiere un “percorso breve” in grado di far emergere le risorse fisiche, emotive e psicologiche per affrontare al meglio il problema.

 

Percorsi individuali di counseling. Sono di aiuto:

 

alle singole persone chi si trovano:

in un momento di difficoltà, di disagio o di incertezza:
adolescenza, maternità, menopausa;
scelte difficili in ambito personale o professionale;
conflitti nelle relazioni;
eventi traumatici

 

a quanti desiderano:
avere una maggiore consapevolezza di sé;
scoprire e valorizzare le risorse personali;
accrescere la capacità di espressione;
aumentare la capacità di gestire lo stress

 

Percorsi di coppia

 

Sono di aiuto alle coppie un’occasione di confronto in un ambiente accogliente e protetto, in cui sia possibile portare tematiche relative alla relazione, alla vita a due, alla convivenza, alla genitorialità. Ogni persona può trovare modo di lavorare sui conflitti di coppia – in gran parte dovuti a differenze caratteriali e di storia di vita – portando la propria verità, i propri bisogni e desideri, per arrivare a fare chiarezza sui vissuti emozionali e sulle credenze che condizionano i propri atteggiamenti e comportamenti, mirando a una maggiore consapevolezza, accettazione, serenità e benessere reciproci.

 

I risultati

Al termine del percorso di counseling le persone:
si conoscono meglio: come penso, che emozioni provo, come mi comporto, che stile di comunicazione adotto aumentano la consapevolezza su come “funzionano” e come potrebbero “funzionare” in maniera più soddisfacente per se stessi e nelle relazioni con gli altri fronteggiano meglio i problemi – personali, emotivi, relazionali, lavorativi, esistenziali – attivando tutte le proprie risorse individuano le proprie soluzioni a questioni o problemi che li stanno preoccupando e occupando

 

Sede di realizzazione dei colloqui

Nel mio studio a Brescia

Il primo colloquio è sempre libero e gratuito