Sideris | TERZO MASTER IN COUNSELING ORGANIZZATIVO
256
post-template-default,single,single-post,postid-256,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

TERZO MASTER IN COUNSELING ORGANIZZATIVO

TERZO MASTER IN COUNSELING ORGANIZZATIVO

Il Counseling Organizzativo è una metodologia di intervento volto a favorire il benessere dell’organizzazione – aziende, imprese, non profit, sindacato, scuole – e delle persone che vi
lavorano.
Gli interventi di Counseling Organizzativo si attivano quando un’organizzazione vive un problema,
una fase di trasformazione o stallo, oppure quando deve affrontare una sfida imminente o ha un
obiettivo innovativo da raggiungere. Il Counseling organizzativo fa leva sulle risorse che, per svariati
motivi, non sono utilizzate o sviluppate appieno attivando modalità lavorative ed organizzative
nuove ed efficaci, sostenendo l’accesso al cambiamento.
Uno dei fattori chiave delle imprese è lo sviluppo organizzativo che – come ormai ampiamente
dimostrato – si basa sul coinvolgimento reale delle persone sia sul piano cognitivo che su quello
emotivo. Regole, procedure, definizione rigorosa dei processi – sebbene indispensabili – non
costituiscono una leva motivazionale sufficiente per rendere responsabili, pro attivi, veloci e
attenti nei processi decisionali manager e collaboratori a vari livelli.
Per questo motivo Teatri Possibili propone un modello di intervento unico e distintivo che vede
l’integrazione del modello di Counseling Organizzativo ideato da Graziella Nugnes e quello di
Teatro Counseling di Marisa Miritello.
Grazie a questa integrazione il master permette ai partecipanti di apprendere le tecniche
“tradizionali” del counseling organizzativo – gestione delle relazioni, dei colloqui, dei gruppi
efficace, innovativa ed evolutiva – e le tecniche teatrali appositamente studiate per intervenire
in aziende e organizzazioni – in grado di incidere in maniera diretta sulla valorizzazione delle
potenzialità della persona, individuare i talenti e le risorse inespresse, ‘vedere’ ciò che non è
ancora visibile, dare forma alle emozioni, ai desideri, alla soluzione di problemi.
Si tratta di un approccio nuovo, strutturato, professionale e allo stesso tempo flessibile, che si
coniuga a seconda delle esigenze aziendali, consolidato dall’esperienza delle due professioniste
e testata sul campo con successo.
Il master in Counseling organizzativo a mediazione teatrale si rivolge a differenti figure
professionali attraverso tre distinti percorsi modulari, strutturati in base alle competenze di
accesso. Ed in particolare:
– a quanti si occupano di personale, sia a livello di ufficio HR (responsabili e collaboratori)
che operativamente (direttori, capo area, caporeparto, caposquadra, coordinatori, referenti,
ecc.) al fine di offrire metodi e strumenti di intervento diretto
– a counselor di qualsiasi approccio che intendono acquisire le competenze per
intervenire in aziende e organizzazioni direttamente o a supporto di chi si occupa di
personale
– a counselor diplomati in teatro counseling per intervenire in aziende e organizzazioni
direttamente o a supporto di chi si occupa di personale
Gli ambiti di intervento del counseling organizzativo a mediazione teatrale spaziano
dalla facilitazione del lavoro in team, alla decodifica delle ricadute dei comportamenti
disfunzionali e all’individuazione di modalità alternative, alla espressione di un disagio
(stress, ansia, demotivazione, conflittualità, basso rendimento), alla difficoltà di accesso
a sviluppo e cambiamento. In generale in tutte le situazioni in cui le persone o team
esprimono una difficoltà nella gestione del proprio ruolo o nel raggiungimento di obiettivi
non derivanti da aspetti tecnici ma da aspetti personali, emotivi e relazionali.locandina_master_a3_or2